hosting

Gli hosting gratuiti danno la possibilità di mettere online un sito completo senza spendere un centesimo, ma non è tutt’oro quello che luccica perchè comunque hanno delle gravi pecche da tenere in considerazione, vediamole. Innanzitutto il dominio che registrerete non sarà di secondo livello, ma di terzo, un dominio di secondo livello è infatti del tipo www.nomesito.it la cosa potrebbe sembrare ininfluente, ma invece lo è. Pensate se dopo uno o due anni di duro lavoro per pubblicizzare il vostro sito distribuendo link su altri siti e su biglietti da visita l’hosting gratuito chiudesse?…tanto lavoro gettato al vento.

Oppure, i motori di ricerca avanti a tutti google rendono più visibili i siti che sono da molto in rete attribuendo loro anche un PageRanke in base al numero di link che puntano verso di questo, perdendo il dominio perdereste tutto. Un dominio registrato basta rinnovarlo una volta l’anno ed è sempre tuo, un domani potrai decidere di cambiare hosting, ma il dominio potrai trasferirlo e nulla cambierà.

Altra questione è di immagine, i siti con un proprio dominio inducono negli utenti più fiducia, oramai i visitatori sono esperti e se vedono un dominio tipo www.webalice.it/cellulari potrebbero storcere  il naso
In ultimo c’è da dire che avendo un proprio dominio non dovrete sottostare alle regole dell’hosting gratuito, che impone barre pubblicitarie, slide, link a siti ecc…
Per tutte queste ragioni, e per altre che ho sorvolato io consiglio sempre l’acquisto di un dominio, se a questo è compreso anche spazio web, php, MySQL è ancora meglio.

ANNUNCI SPONSORIZZATI
Chiudi il menu