feed

Guadagnare

Guadagnare con internet è possibile! Sfido chiunque sostenga il contrario. Da più di un anno abbiamo testato e provato molti servizi e, tanti di questi, ci hanno realmente inviato denaro. Il punto su cui si può dibattere è se veramente vale la pena utilizzare un pò del nostro tempo per qusti “lavoretti”. Le retribuzioni infatti, sono molto basse ed occorrono spesso dei mesi prima di poter intascare qualcosa. Attenzione, non fraintendetemi, quello che ho appena detto non vuol dire che in internet non ci siano tante bufale, tutt’altro, il web pullula di siti che promettono facili guadagni e invece sotto sono grosse fregature o peggio promuovono attività illegali. Fra queste una spicca su tutte, la famosa catena di S.Antonio, che mascherata in vari modi continua ad invadere il web. Ricordatevi sempre che nessuno ci regala niente e se vogliamo guadagnare, anche solo pochi spiccioli dobbiamo fare qualcosa di produttivo. Vediamo allora cosa ci offre la rete:

METODI SEMPLICI ALLA PORTATA DI TUTTI

Guadagnare compilando sondaggi e questionari

Esistono aziende che retribuiscono per ogni questionario compilato. Sono generalmente indagini di mercato che hanno lo scopo di verificare i gusti, le preferenze e i bisogni dei potenziali acquirenti. Vi indico due società che inviano questionari anche in lingua italiana, ovviamente serie e paganti.

1) Hiving
Hiving è un panel di consumatori nato da poco, ma già amatissimo da tutti coloro che amano contribuire al miglioramento dei prodotti e guadagnare compilando questionari e sondaggi. La particolarità di questo panel è che paga su Paypal, quindi niente premi o buoni acquisti, ma denaro! E’ possibile richiedere il pagamento con soli 400 punti che danno diritto a 5€.

2) GlobalTextMarket
Patecipando ai sondaggi di GlobalTextMarket potrai accumulare punti convertibili  in denaro, una delle pochissime piattaforme che paga in denaro per compilare questionari e sondaggi. Consigliatissimo!!!

Guadagnare Navigando

Esistono siti che pagano per visitare altri siti, o per provare applicazioni gratuite come software o applicazioni online ecc.. Il funzionamento di questi siti è semplice e alla portata di tutti, basta iscriversi gratuitamente, cliccare su dei banner proposti ed effettuare alle volte anche il downold di un programma o l’iscrizione a un sito. Per ogni operazione fatta ci viene corrisposto un TOT in denaro e, raggiunta una certa soglia (payout) ci pagano.

1) BeRuby

Chi non ha mai sentito parlare di BeRuby? Una piattaforma che consente di guadagnare semplicemente visitando altri siti web oppure provando altre piattaforme o dei software gratuiti. BeRuby consente di ricevere pagamenti direttamente sul nostro Paypal. Da provare!

METODI DIFFICILI

1) e-commerce

Aprire un negozio virtuale, può essere un valido metodo per guadagnare, in rete si trovano script e CMS anche gratuiti, che aiutano molto la messa in opera di un’ attività di questo tipo. L’investimento iniziale non è altissimo, ma nemmeno trascurabile. Occorrono un dominio, un buon hosting, un buon CMS, qualcosa da investire nella pubblicità e un minimo di conoscenze tecniche. Senza contare gli aspetti legislativi, partita IVA etc…

2) un sito di successo

Realizzare un sio internet di successo potrebbe essere proficuo, infatti una volta che otterrete un pò di traffico potrete inserire degli sponsor e racimolare qualcosa. Attenzione, creare un sito vuol dire inserire dei contenuti originali ed interessanti, nonchè molto studio e molta costanza per arrivare a padroneggiare almeno un pò i linguaggi con cui sono fatti i siti. In più è fondamentale lo sudio sui motori di ricerca per riuscire a rendere visibile il proprio sito. Il grosso vantaggio è che l’investimento iniziale può essere anche nullo. Esistono hosting che offrono spazioweb gratis e ottimi CMS sempre gratis per mettere in opera un portale in pochi minuti. Se avete un pò di passione per il web su questo sito troverete tutto ciò che vi serve e tutto naturalmente gratis. Ricordate però che per avere un piccolo ritorno economico potrebbero volerci molti mesi, anche più di un anno. Per maggiorni info clicca qui.

Apri